italiano italiano English English
11/11/2015
Largo Consumo 10/2015 - Notizia breve - 1 pagina – pubblicato on line - Redazione di Largo Consumo
 
 
Liberalizzazioni

Anche le parafarmacie a fianco dei cittadini

La Federazione nazionale parafarmacie italiane ha deciso di sostenere l’iniziativa Liberalizziamoci, promossa da Conad.

Il progetto ha l’obiettivo di sensibilizzare i cittadini e raccogliere firme per una petizione indirizzata al presidente del Consiglio dei ministri Matteo Renzi, al ministro della Sanità Beatrice Lorenzin e a quello dello Sviluppo economico Federica Guidi affinché la vendita dei farmaci di fascia C sia allargata alle parafarmacie.

La Federazione nazionale parafarmacie italiane ha deciso di sostenere l’iniziativa Liberalizziamoci, promossa da Conad.

 

Il progetto ha l’obiettivo di sensibilizzare i cittadini e raccogliere firme per una petizione indirizzata al presidente del Consiglio dei ministri Matteo Renzi, al ministro della Sanità Beatrice Lorenzin e a quello dello Sviluppo economico Federica Guidi affinché la vendita dei farmaci di fascia C sia allargata alle parafarmacie.

 

«Vogliamo che siano riconosciuti la dignità e i diritti della professione che i farmacisti svolgono nelle parafarmacie», sostiene il presidente della Federazione nazionale parafarmacie italiane Davide Gullotta.

 

«I cittadini hanno diritto a poter risparmiare e Conad, da anni, promuove e sostiene ogni possibilità che vada nella direzione di creare vantaggi per loro», sottolinea l’amministratore delegato Conad Francesco Pugliese.

 

Tra le ragioni che hanno spinto Conad a promuovere l’iniziativa ci sono la valorizzazione e il riconoscimento del ruolo professionale di farmacisti che operano nella parafarmacie, oltre a creare nuova concorrenza nel mercato dei farmaci di fascia C, che vale 2,9 milioni di euro e che, se liberalizzato, farebbe risparmiare ai cittadini una cifra tra i 500 e i 900 milioni di euro.

 

Sulla rimozione delle barriere all’ingresso sul mercato e all’esercizio dell’attività imprenditoriale si è espresso anche il ministro Guidi nell’audizione alla Commissione Industria del Senato sul Ddl Concorrenza, mentre il presidente dell’Antitrust Giovanni Pitruzzella ha sottolineato che “la liberalizzazione della vendita dei farmaci di fascia C costituisce una misura che consentirebbe un incremento delle dinamiche concorrenziali nella fase distributiva di tali prodotti, con indubbi benefici per i consumatori anche in termini di ampliamento della ‘copertura distributiva’”.

 

L’attuale Ddl in discussione al Senato presenta alcuni aspetti pericolosi quali l’ingresso del capitale nelle farmacie, eventualità che consegnerebbe la proprietà nelle mani di alcuni grandi gruppi della distribuzione del farmaco dando vita a nuovi possibili monopoli.

 
 
Registrati per leggere il contenuto
 
Tag argomenti: Farmaci, Medicinali e Farmacie Normativa Concorrenza
 
Tag citati: Ddl concorrenza , Antitrust, Commissione Industria, Conad, Consiglio dei Ministri, Federazione nazionale parafarmacie italiane, Guidi Federica , Gullotta Davide, Liberalizziamoci, Lorenzin Beatrice, ministro della Sanità, Pitruzzella Giovanni, Pugliese Francesco, Renzi Matteo, Senato, Sviluppo economico

Notizie correlate

Percorsi di lettura correlati