10/02/2016
Largo Consumo 01/2016 - - Notizia breve - 1 pagina - pubblicato on line
 
 
Ristorazione senza glutine

Anche McDonald’s si fa gluten free

Il panino gluten free arriva anche nei 530 McDonald’s italiani. La risposta della catena fast food alla celiachia si chiama Gluten Free Burger, costa 3 euro e nasce dalla collaborazione con Dr Schär , azienda leader in Italia e in Europa nella produzione di alimenti senza glutine. [...] Leggi tutto

Il panino gluten free arriva anche nei 530 McDonald’s italiani. La risposta della catena fast food alla celiachia si chiama Gluten Free Burger, costa 3 euro e nasce dalla collaborazione con Dr Schär, azienda leader in Italia e in Europa nella produzione di alimenti senza glutine.

Il prodotto, preconfezionato ermeticamente, è composto da carne bovina e formaggio, racchiusi in un pane senza glutine. «Gluten Free Burger si aggiunge ai prodotti pensati per chi deve o vuole seguire un regime alimentare alternativo o semplicemente per i palati più curiosi», dichiara Emanuela Rovere, direttore marketing di McDonald’s Italia.

Secondo i dati Nielsen e Dr Schär, seppur negli ultimi anni siano aumentati gli italiani che preferiscono evitare i prodotti con glutine, i casi di celiachia effettivamente diagnosticati sono circa 164 mila, rilevati soprattutto nelle regioni del Nord. Sommando il valore dei tre principali canali di vendita di alimenti gluten-free (farmacie, Gdo e negozi specializzati) si ottiene un mercato da 311 milioni di euro, in crescita del 7% nel 2014. «Grazie alla partnership con Mc Donald’s, potremo offrire capillarmente in Italia un servizio a chi desidera mangiare senza glutine», commenta Hannes Berger, ad Dr. Schär.

 
Autore: Redazione di Largo Consumo
 
Tag argomenti: Alimenti Funzionali, Dietetici e Probiotici Intolleranze e Allergie Ristorazione
 
Leggi tutto
Contenuto fruibile tramite registrazione
Tag citati: Berger Hannes Dr. Schar McDonald´s Nielsen Rovere Emanuela

Notizie correlate

Percorsi di lettura correlati