italiano italiano English English
01/02/2019
Largo Consumo 02/2019 - Approfondimento - pagina 71 - 1 pagina - Mazzi Cristina
 
 
Educational: Albergatori

Alla ricerca di una propria formula

Come rendere l’area food del proprio hotel innovativa e differente in un mercato turistico sempre più competitivo? Guidare i titolari verso un coordinamento ottimale tra la propria attività ristorativa e alberghiera è materia di Giacomo Pini, amministratore unico e fondatore di Gp studios, con oltre 20 anni di esperienza sul campo del turismo e ristorazione, consulente marketing per numerose strutture ricettive, pubblici esercizi, start up e catene alberghiere nazionali e internazionali. La strategia di Pini parte da una semplice domanda: come faccio a essere differente dagli altri? «Secondo le nostre stime la prima fonte di reddito (57-59%) per un imprenditore turistico è il ristorante - spiega Pini -, poi per il 29-30% il servizio banqueting/catering, dal 5 al 7%il servizio in camera, solo all’1% si attesta il minibar. Ma oltre alla differenziazione, ovviamente, è anche importante capire rispetto al tuo mercato, alla zona in cui ti trovi e quindi ai tuoi clienti, se stai già dando il massimo della tua offerta».

 
 
Abbonati per leggere il contenuto
 
Tag argomenti: Ristorazione Alberghi Tempo libero e Intrattenimento Turismo
 
Tag citati: Gp.Studios, Pini Giacomo, Pret a manger, Sofia hotel, Starbucks

Notizie correlate

Percorsi di lettura correlati